Cosa mi è rimasto di te?

Cosa mi è rimasto di te?

Il tuo sorriso che immobilizza l’attimo.

Il tuo sguardo che ipnotizza .

La tua voce che mi accarezza .

Di nascosto lanciavo degli sguardi verso di te mentre eri intento ad ascoltare quella canzone , quella canzone che ora non smetto più di ascoltare perché ogni nota mi riporta a te. Ogni fottuta nota.

Sei un amore impossibile perché sei troppo per una come me . Lo so e fa male ad accettarlo.

Ma sappi che segretamente sarai sempre con me.

A.

Annunci

Scorrere

Come se la vita continuasse a passarmi di fianco senza mai toccarmi e per farmi sentire ancora più male colpisce di bellezze le persone che mi stanno più vicine

Uno/ Diade e vuoto

Essere pieni, non farcela più perché si trabocca di schifo. Uno schifo che viene dal tuo più profondo ed ad un tratto lo vomiti e per un secondo ti senti vuoto. Questo vuoto non sai se è peggio della pienezza in precedenza e allora ti riempi di schifo. E il ciclo continua.

Schifo, vomito, vuoto.

Cerchi il perché di questo . Ne trovi tanti, tantissimi.. forse troppi che ti perdi e finisci per non trovarne neanche uno. Contrari che si uniscono e per esistere devono stare insieme .

Uno/Diade

Egoisti!

Perché fare dei figli se poi non si sa fare i genitori? Penso sia solo un atto di egoismo puro . Non si può mettere al mondo un essere umano e poi fargli passare dei momenti orribili, crescerlo fino ad una certa età perché pensi che hai già fatto abbastanza. Hai delle responsabilità perché hai fatto una scelta.

In questi anni di vita purtroppo ho conosciuto persone egoiste , anzi ho capito che tutti siamo egoisti . Dal volontario al medico. Esempi molto concreti: il volontario è egoista perché in fondo non lo fa per gli altri ma per se stesso, così si sente bene e in pace.

I genitori mettono al mondo una persona perché VOGLIONO un figlio. Ma no pensano che è per tutta la vita.

Il ragazzo ti scrive belle parole, fa regali ecc.. non perché ti ama veramente ma è solo un atto di arrivare ad accontentare l’istinto animale che c’è in lui. Quindi egoisticamente accontentare se stesso.

Potrei tristemente continuare all’infinito ma appurerei solo maggiormente che la mia teoria è vera.

Cazzo quanto facciamo schifo.

Egoisti.

Parti con me

Prendiamo il primo aereo e partiamo, non importa dove basta che sia lontano da tutti e da tutto.

Mi basti tu.

Prendimi per mano .

Lasciamoci tutto alle spalle e viviamo il momento .

Assaporiamo ogni tramonto, ogni respiro, ogni carezza e rendiamo tutto eterno.

Via la monotonia!

Oggi è stata una giornata alla rassegna delle novità che portano a cambiamenti

Fanno paura i cambiamenti ma senza di essi la nostra vita sarebbe monotona. Non che la monotonia sia sbagliata, anzi forse è troppo comoda e mi piace tantissimo. Non mi richiede fatica nel conoscere nuove persone , entrare in altri ambienti, stressarmi, avere delusioni.. in poche parole affrontare la vita.

Cambiare ci fa bene , spero che i cambiamenti che ho affrontato oggi portino ad una vita migliore e piena di cose belle con pochissime delusioni , amarezze e tristezze.

Hotel Gotthard Weggis ( Ch)

Ho passato un weekend molto rilassante ricco di un panorama meraviglioso!
L'hotel Gotthard situato a Weggis è gestito da una famiglia che lavora duro e con successo, il personale ha sempre il sorriso e vieni trattato come se fossi un Re.
L'hotel ha una piscina esterna riscaldata e una vasca idromassaggio all' intero. Tutto vista sul lago .
La cucina è squisita ed unica , i piatti sono perfetti .
Le camere sono accoglienti, funzionali e pulite.
Consiglierei un soggiorno soprattutto per coppie , signori di una certa età ma anche famiglie.

Egoisti

Alla fine sei tu la stupida , sei tu che soffri per gli altri. A loro non importa più di quel tanto , sono egoisti. Ed è giusto così.
Sei tu che stai sbagliando perché ti stai mangiando dall'interno . Perdi tempo a cercare di convincere gli altri, ad ascoltarli. Il problema è che loro non ascoltano te.
E non riesci ad asciugarti le lacrime ed iniziare a fare anche te l'egoista.

Poche ma pesanti lacrime

Puoi passare le sere in riva al lago a guardare i tramonti con le persone che ti stanno più care, puoi divertiti come non mai, ridere fino a piangere, prendere uno zaino e partire con i tuoi amici per una meta ignota. Puoi fare tutto questo ma se non hai una base solida dentro di te, una base che è la tua famiglia, allora sentirai sempre una piccola fitta al cuore , come un senso di vuoto. E pur troppo, quando sarai nel tuo letto , ripensando alle magnifiche giornate trascorse in questi modi ti ritroverai lo stesso a versare quelle poche ma pesantissime lacrime. 

Trappola 

Quando ti senti in trappola cosa fai? Cerchi una via di fuga e non ci pensi molto, anzi non ci pensi proprio. Ti butti. Non importa in che direzione, l’importante è salvarsi . Il bello è che non sai cosa accadrà appena fuori dal tuo attuale pericolo. Magari sarà peggio o magari meglio.
Io mi ero sentita in trappola e ho cercato una via di fuga. Non so ancora ora se sia migliore di prima , peggiore o forse uguale.
Ma so che spesso, inspiegabilemente, finisco in una pozza di lacrime.